Nel registro degli indagati per la morte di Matteo Leone, l’operaio 34enne deceduto la notte scorsa in seguito ad un incidente sul lavoro presso il porto di Salerno, vi è per ora solo un iscritto.

Si tratta del collega F.F., operatore portuale che era alla guida del carrello che ha causato la morte di Matteo. È indagato per omicidio colposo. L’emissione di eventuali altri avvisi di garanzia, a carico di altre persone, potrebbe essere decisa nei prossimi giorni.

Nel frattempo la salma è stata sequestrata, come disposto dal magistrato, per consentire di effettuare l’esame autoptico che potrebbe rivelare qualcosa in più, non tanto sulle cause della morte, ma sulla dinamica dell’incidente che attende ancora di essere chiarita.

Nella mattinata di ieri, alle 12 in punto, le sirene delle navi in porto hanno suonato per onorare Matteo, innalzando un grido di dolore. Il personale dello scalo salernitano è rimasto in sciopero per 24 ore in segno di solidarietà e anche di protesta per quanto accaduto.


  • Articolo correlato

26/5/2021 – Grave incidente sul lavoro al Porto di Salerno. Non ce l’ha fatta il giovane Matteo Leone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*