Morte di un operaio di Lauria in un cantiere a Milano. La Procura apre un’inchiesta per omicidio colposo







































La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo sulla morte dell’operaio Raffaele Ielpo, il 42enne di Lauria rimasto sepolto dai detriti mentre lavorava a 18 metri di profondità nel cantiere della nuova linea 4 della metro di Milano in piazza Tirana.

L’area è stata sequestrata e il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano ha disposto un sopralluogo nel cantiere. L’indagine dovrà accertare eventuali violazioni delle norme antinfortunistiche.

Ielpo, caposquadra della Tbm, stava lavorando in uno dei tunnel del cantiere per la nuova linea metropolitana. È stato travolto dai detriti mentre si trovava a 18 metri di profondità.









Le indagini del dipartimento guidato dall’aggiunto Siciliano dovranno accertare se ci siano state violazioni delle norme antinfortunistiche sulla sicurezza sul lavoro.

– Claudia Monaco –


  • Articolo correlato:

13/01/2020 –Tragedia nel cantiere della metropolitana a Milano, operaio di Lauria muore schiacciato da un masso





































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*