fiaccolata montesano 04Nonostante i presupposti non fossero dei più positivi a causa delle avverse condizioni climatiche, i cittadini del Vallo di Diano hanno testimoniato, ieri sera, il loro netto rifiuto allo sfruttamento energetico ed ambientale del territorio, partecipando alla fiaccolata organizzata dall’amministrazione di Montesano e dal Comitato “Nessun Dorma”.
Tante le persone che hanno voluto esprimere le proprie preoccupazioni e chiedere maggiori chiarimenti alle forze politiche. Forze politiche, però, quasi del tutto assenti: oltre al consigliere regionale Donato Pica, i sindaci di Polla e Montesano Rocco Giuliano e Donato Fiore Volentini e altri consiglieri del comprensorio, erano assenti tutti gli altri primi cittadini del comprensorio.
In testa alla fiaccolata, il vescovo della diocesi di Teggiano-Policastro S.E.Mons Antonio De Luca, da sempre vicino alle questioni ambientali e alla lotta per la salvaguardia del creato e Don Maurizio Esposito, parroco di Montesano. Dopo la Santa Messa, il corteo è giunto fino al presidio No-Terna dove, dopo la lettura del “Cantico delle creature” di San Francesco, è stato acceso il “Falò della vita” e accese 10 lanterne lanciate in cielo per dieci questioni:da No petrolio, No terna, fino alle più attuali.
Il dibattito è poi proseguito presso l’hotel Venezuela dove sono state state affrontate alcune urgenti tematiche: Angelo Bitorzoli, consigliere di minoranza di Montesano, ha relazionato in merito all’antenna Wind di Padula/Montesano; la dott.ssa Rosangela Pepe De Novi in merito alla Centrale Snam di Tardiano; Roberto De Luca, Presidente del Codacons Vallo di Diano in merito agli sversamenti di rifiuti tossici emersi dall’inchiesta “Chernobyl”; Teresa Rotella in merito alla vicenda della stazione elettrica Terna e Francesco Manzolillo in merito alle trivellazioni petrolifere. fiaccolata montesano 02
Un messaggio di speranza quello che ha voluto lanciare il sindaco Donato Fiore Volentini:”Voglio lanciare un messaggio di augurio alla comunità che in questi due anni è riuscita a bloccare la 6° potenza mondiale, ovvero Terna e su questo dò il giusto merito al Comitato che ha saputo anche stimolare e incentivare il lavoro dell’amministrazione”.
”Dobbiamo sperare – ha concluso il sindaco – che siamo nella fase finale e che giungano presto risposte dalla Regione”.
“L’assessore Romano (Assessore regionale all’Ambiente, ndr)ha dichiarato l’on.Pica – mi ha assicurato novità nelle prossime settimane”. Il consigliere regionale, da sempre vicino alla questione della Stazione elettrica, ha sottolineato, inoltre, come “i cinque temi trattati appartengano al Vallo di Diano nella sua totalità”.
Le conclusioni sono state affidate a Mons.De Luca: ”Chi offende il Creato offende la dignità della personaha dichiarato – La natura, le risorse, vengono offese e noi non possiamo sottostare a questo regime di prepotenti che detengono il potere economico. E’ la storia dei potenti che diventano prepotenti in nome del denaro”.– Claudia Monaco – ondanews –

fiaccolata montesano 03 fiaccolata montesano 05 fiaccolata montesano 07

 

Commenti chiusi