Minaccia di morte l’ex marito dell’attuale compagna. Divieto di avvicinamento per un 36enne di Potenza



































Telefonate minatorie, invio di sms minacciosi, appostamenti e minacce di morte nei confronti dell’ex marito della sua attuale compagna. Per questo motivo gli agenti della Squadra Mobile di Potenza hanno dato esecuzione alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, nei confronto di un 36enne di Potenza, che è indagato dalla Procura della Repubblica di Potenza per il reato di atti persecutori e stalking.

Secondo le risultanze delle indagini, l’uomo, in continuazione, faceva delle telefonate minatorie all’ex marito della sua compagna, gli inviava minacce via sms e si rendeva protagonista di appostamenti presso l’abitazione. Tanto che in un caso, a scopo intimidatorio, sono partiti anche due colpi di arma da fuoco in prossimità dell’abitazione, poco ore dopo aver inviato minacce di morte. Da qui la misura cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Potenza.

Gli agenti della Polizia durante una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto, nell’abitazione del 36enne indagato, una custodia in plastica per pistola. Inoltre è stata anche accertata la provenienza delle telefonate minatorie, partite da un’utenza telefonica intestata all’indagato.







Quanto subito dall’uomo offeso ha cagionato in quest’ultimo un forte stato d’ansia, oltre che paura per la sua incolumità.

Sulla vicenda continuano le indagini della Procura, che ha iscritto l’uomo come indagato per il reato di atti persecutori e stalking, come previsto dall’art. 612 bis del codice penale.

– Claudio Buono –



































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*