Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Una microdiscarica con cemento-amianto sulla Mingardina, nel tratto stradale che attraversa il comune di Centola, è stata scoperta e denunciata da alcuni operatori del WWF.

Del deposito abusivo, come si legge su “La Città di Salerno“, sono stati informati la Procura di Vallo della Lucania, il sindaco Stanziola e il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino.

Il cumulo di spazzatura è, per altro, situato in un luogo individuato dal Comune per sensibilizzare alla corretta raccolta: si trova nell’area sottostante il cartellone stradale con frasi che invitano a differenziare i rifiuti e sottolineano l’importanza della tutela ambientale per un sviluppo turistico. Un messaggio che, però, non è servito a bloccare le mani degli incivili.

Dietro un telone, alla vista di chi passa, due contenitori ricolmi di sacchetti di rifiuti, soprattutto organici, che sprigionano un odore nauseabondo. Preoccupante la presenza di rifiuti speciali, in particolare cemento-amianto. Intanto, contro gli sporcaccioni, il Comune si prepara ad installare telecamere a forma di sassi a Capo Palinuro, il promontorio frequentato da coppiette e comitive.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*