La Giunta comunale di Ispani, guidata dal sindaco Marilinda Martino, ha dichiarato lo stato di calamità naturale, in particolare nella frazione costiera di Capitello, in merito agli eventi atmosferici verificatisi nella serata dello scorso 11 novembre quando violentissime mareggiate e piogge torrenziali hanno interessato il litorale con particolare intensità, provocando notevoli danni alle infrastrutture sia pubbliche che private.

La drammaticità del fenomeno ha spinto l’Amministrazione a richiedere l’assegnazione di risorse finanziarie per affrontare le emergenze e a chiedere alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la dichiarazione dello stato di emergenza con l’adozione di urgenti e straordinari provvedimenti.

L’architetto Pasquale Leone, Responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale, ha effettuato un accertamento relativo ai danni provocati dal maltempo dell’11 novembre. In località Santa Maria Le Piane la violenza dell’acqua ha divelto una serie di strutture, recinzioni e pavimentazioni fino a raggiungere anche le abitazioni mettendo in pericolo i residenti. Lungo la Strada Statale 18, dalla fine del centro abitato di Capitello in direzione di Vibonati, la forza dei moti ondosi ha scalzato in un tratto il piede di fondazione creando un potenziale pericolo di cedimento del muro di sostegno e crollo della sede stradale.

Lungo l’intero litorale di Capitello, inoltre, la mareggiata ha causato ingenti danni alle strutture.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*