Lutto nel mondo della cultura.

Colpita da un male incurabile, si è spenta a 62 anni, a Potenza, la professoressa Francesca Antonella Amodio.

Psicologa, Psicoterapeuta, ordinaria al Liceo Scientifico Galilei di Potenza, docente a contratto presso la sede potentina dell’Università Cattolica e tecnico formatore sui Disturbi Specifici di Apprendimento, la professoressa Amodio era conosciuta e stimata.

Autrice di tantissime pubblicazioni, in diverse scuole ha svolto dei corsi di formazione sulla dislessia, tra cui anche al “Pomponio Leto” di Teggiano e all’Istituto Comprensivo di Polla. E proprio al Vallo di Diano, Francesca Amodio era particolarmente legata: il padre era infatti originario di Sala Consilina.

“In qualità di Dirigente Scolastico ho conosciuto Antonella presso l’Istituto Comprensivo di Polla – ricorda Rocco Colombo – Da allora è nato un rapporto speciale tra noi e, soprattutto, con la scuola di Polla prima e con l’Istituto Superiore ‘Pomponio Leto’ di Teggiano poi. Esperta in DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), Antonella è stata un punto di riferimento per tantissimi docenti del Vallo di Diano, alunni e genitori in quanto, dislessica essa stessa, ha contribuito a far scoprire un mondo a dir poco sconosciuto circa 20 anni fa, allorquando un alunno dislessico spesso veniva scambiato per un alunno svogliato, incapace, o addirittura ‘somaro’. Grazie ai corsi di aggiornamento che lei ha tenuto, sempre in maniera gratuita, presso le scuole dove io sono stato Dirigente, ai quali avevano possibilità di partecipare docenti di qualsiasi scuola dell’intero Vallo di Diano, molti casi venivano risolti positivamente e per gli alunni affetti da disturbi specifici dell’apprendimento e per le loro famiglie si sono aperti orizzonti prima inimmaginabili. Il mondo della scuola del Vallo di Diano rende omaggio ad una persona speciale, ad una docente straordinaria, ad una risorsa umana splendida”.

“Antonella Amodio non c’è più. La Basilicata le deve molto – dichiara la giornalista Lucia Serino, già Direttore del ‘Quotidiano della Basilicata’ –  Con lei la dislessia non ha fatto più paura. Ha sorretto centinaia di ragazzi e non solo, è entrata con dolcezza nelle vite di chi cercava una chiave per capirsi, ha scritto, raccontato, ascoltato. Ha amato con gioia gli amici, ha fatto politica sociale, ha aperto la sua casa. Per me e la mia famiglia un punto di riferimento certo e rassicurante a Potenza”.

Tante sono le pubblicazioni firmate dalla stimata e compianta docente e psicologa: “Nel laribinto. Il mio viaggio nella dislessia”, “Il terzo millennio, l’era del femminile”, “Un regalo (d)ai DSA?”, “La scuola come possibile fattore di rischio”, “La lunga notte del tempo”, “Banchi fuori misura: 34 storie di dislessia negata”.

I funerali si terrano domani, lunedì 18 gennaio, alle ore 10.30, presso la chiesa “Santissimi Apostoli Pietro e Paolo” nel Rione Francioso a Potenza.

– Claudia Monaco –

 

4 Commenti

  1. Sabrina Ernestina says:

    R.I.P. Amen Antonella

  2. ANTONELLA ROMANELLI says:

    Profondamente dispiaciuta. Grande formatrice. Resterà nel cuore di chi ha avuto la fortuna di conoscerla e seguire i suoi insegnamenti. Grazie Antonella per ciò che ci hai lasciato. Che la terra ti sia lieve.

  3. È andata via una cara amica, donna forte professionista seria e sempre sorridente

    • Innocenza says:

      Alla memoria della stimabilissima prof. Amodio. Figura impeccabile come persona e professionista…. Meravigliosa nella formazione di problemi di apprendimento, tanto diffusi e delicati… Ci lascia … Vola in cielo un Angelo luminoso che ha portato alla società un splendida luce, con il suo insegnamento e la sua testimonianza. Troppo presto, però, ci ha lasciati. Ha percorso la sua strada con dignità e onore , troppo presto è giunta a destinazione, per ricevere la corona della gloria. Nulla ci fa arrendere perché forte come la morte è l amore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*