Rallentamenti e disagi per le inoculazioni del vaccino al Centro vaccinale di Teggiano, presso il Saut di Prato Perillo.

Una situazione difficile per i cittadini che continuano a lamentare lunghe attese che si sono protratte più del dovuto e la mancanza di distanziamento. Attese che spesso avvengono anche in condizioni climatiche avverse.

Sulla vicenda è intervenuto anche Michele Di Candia, Sindaco di Teggiano e Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl Salerno: “Comprendo il disagio dei cittadini – afferma – però l’èquipe medico-sanitaria sta facendo il massimo. Bisogna anche sottolineare che dopo la somministrazione i cittadini devono attendere 15 minuti e questo, senz’altro, contribuisce ad allungare i tempi. Senza contare, inoltre, che l’accesso è senza prenotazione”.

Dunque, una situazione che sarebbe legata anche alle tantissime richieste di inoculazione per il vaccino Covid: “Il personale è allo stremo – aggiunge Di Candia – personalmente ho predisposto di stanziare 26mila euro per la realizzazione di un tunnel di 40 metri per permettere ai cittadini di attendere in sicurezza il proprio turno”.

“Stiamo facendo il possibile, purtroppo per i miracoli non siamo attrezzati” ha concluso.

Un commento

  1. Se la struttura non è idonea,ma si vuole a tutti i costi non ammettere il fallimento, perché non utilizzare l’ex ospedale di Sant’Arsenio, che avrebbe spazio a sufficienza e percorsi dedicati …basterebbero poche DECINE DI EURO, per risolvere un problema senza essere TESTARDI E CAMPANILISTICI ,pur di continuare ad usare una struttura non adeguata alle esigenze della vaccinazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano