Lotteria Italia, venduto a Sala Consilina il biglietto del primo premio da 5 milioni di euro Anche un biglietto con premio da 50mila euro è stato venduto a Sala Consilina























E’ stato venduto a Sala Consilina il biglietto che è risultato essere il primo premio della Lotteria Italiana da cinque milioni di euro. Il fortunato vincitore ha acquistato il biglietto con serie e numero G 154304 nell’Autogrill sull’area di servizio di Sala Consilina Est.

Tre dei cinque premi più consistenti sono stati venduti in Campania. Oltre a Sala Consilina, infatti, sono stati venduti anche a Pompei in un punto vendita di via Roma e a Napoli in una attività di Piazza Principe Umberto. Gli altri a Torino e Fabro, in Umbria. I primi cinque premi ammontano ad un totale di 10,5 milioni di euro. Mentre i premi in totale assegnati in questa edizione sono 205, per un totale di oltre 16 milioni di euro.

I Monopoli di Stato hanno reso noto che per questa edizione sono stati venduti 6.955.460 biglietti della Lotteria Italia. Quest’anno la Lotteria è stata abbinata al programma “I soliti ignoti”, condotto da Amadeus su Rai Uno. A giocare per l’assegnazione dei premi e degli abbinamenti sono stati Loretta Goggi, Frank Matano, Riccardo Rossi, Alessio Boni, Paolo Fox e parte del team “Non ci resta che il crimine”, ovvero Massimiliano Bruno, Alessandro Gassman e Marco Giallini.







Il giocatore più fortunato che si è aggiudicato il primo premio porta a casa 5 milioni di euro (venduto a Sala Consilina), 2,5 milioni per il secondo (biglietto venduto a Napoli), 1,5 milioni per il terzo (biglietto venduto a Pompei), 1 milione per il quarto (biglietto venduto a Torino) e 500mila euro per il quinto premio (biglietto venduto a Fabro). Gli altri premi assegnati sono quelli di seconda categoria (50 premi da 50mila euro) e 150 premi da 25mila euro. A Sala Consilina è stato venduto anche uno dei 50 biglietti estratti di seconda categoria del valore di 50mila euro ciascuno (E 164072).

L’elenco dei biglietti vincenti sarà disponibile sul www.adm.gov.it.

– Claudio Buono –

 

































Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*