Per lo Sporting Sala Consilina, la prima uscita ufficiale nel nuovo anno solare sul campo amico del Palazingaro è coincisa con l’esibizione alla torcida nero-verde della Coppa Regionale, vinta cinque giorni prima a Nocera Inferiore nella Final Eight, con una goleada rifilata al Club Eden Acerra. Una giornata trionfale che però, si era messa in salita per il team del tecnico Foletto, oggi anche protagonista in campo.

L’Acerra, approfittando anche del fatto che Vava e company erano ancora con la testa protesa ai festeggiamenti, in meno di due minuti ha rifilato un terrificante 0-3 che ha finito per ammutolire i tanti tifosi che come al solito hanno gremito gli spalti e che erano giunti nell’impianto di via Pozzilo per festeggiare la conquista del Trofeo regionale. La partenza sprint dei partenopei non ha scalfito le sicurezze dello Sporting Sala Consilina che, una volta riordinate le idee, ha iniziato la risalita. A dare il via alla “remuntada” ci ha pensato il portiere-bomber Gallon, seguito da Vava e Zago, che in quattro minuti hanno ristabilito la parità, prima di completare il sorpasso e prendere il largo con l’entrata in scena del capo cannoniere del campionato Ferreira. Per lui alla fine sono state sei le reti messe a segno.

La prima frazione si è chiusa sul 9-3 e di fatto anche la contesa. Un parziale che ha consentito a Foletto, andato anche a segno, di operare tanti cambi dando spazio anche a chi finora ha giocato meno. Tra i marcatori figurano anche D’Alto, due reti per il salese doc, Trezza e Cantieri, alla fine è stato 15-5 per lo Sporting Sala Consilina.

Tre punti che fanno salire la squadra a quota 40 con la vetta saldamente nelle sue mani. Ora la testa è rivolta all’insidiosa trasferta sul campo del Massa Vesuvio che staziona nella parte alta della classifica e che dà il via a tre sfide che quasi certamente decideranno le sorti del campionato e che potrebbero spalancare in anticipo al sodalizio, caro al co-presidente Giuseppe Detta, le porte della serie B.

– redazione sportiva –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*