E’ stata una notte dura per il Vallo di Diano che per un intero giorno è stato preso d’assedio dalle piogge ininterrotte che hanno provocato innumerevoli disagi.

Primo tra tutti, come ormai di consueto, il regime del fiume Tanagro che in più punti del comprensorio è salito fino al livello di allerta e in alcune zone, tra cui le campagne di Polla e Sassano, non riuscendosi a contenere negli argini ha causato una serie di notevoli allagamenti.

Proprio a Sassano, in via Mautoni e nelle zone limitrofe, i residenti hanno riscontrato diversi disagi a causa delle strade di campagna allagate e dei terreni che si sono letteralmente trasformati in laghi. Sul posto per il monitoraggio costante della situazione i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina, diretti dal caposquadra Alessandro Morello, i volontari della Protezione Civile ANPAS, il vicesindaco Gianfranco Russo.

In serata si è reso necessario chiudere il transito sul ponte Cappuccini lungo la S.P.11 Silla-Trinità a causa dell’innalzamento del Tanagro oltre la soglia limite e dell’alveo pieno di sabbia e detriti ed è stato interdetto dal Comune di Padula anche il tratto tra via Drappo e via Ascolese lungo il ponte Caiazzano per il livello preoccupante del Calore. Fortunatamente nella notte le piogge hanno dato tregua all’intera zona e il livello del corso d’acqua ha smesso di preoccupare, ma i sopralluoghi da parte di caschi rossi e volontari di Protezione Civile sono proseguiti a tutela dell’incolumità dei residenti.

Stessa situazione a Polla dove il Tanagro, che attraversa la città, ha tenuto in ansia la popolazione per ore, ma anche qui i volontari di Protezione Civile hanno monitorato la situazione nonostante siano diversi i terreni sommersi dalle acque. Inoltre in varie zone del comprensorio, sempre nella serata di ieri, alcune abitazioni sono state invase dall’acqua, soprattutto negli scantinati o nei garage, per cui è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco.

Da questa mattina la S.P.11 nel tratto Cappuccini è nuovamente percorribile al traffico per spostarsi tra Sala Consilina e Sassano e viceversa. Bisogna comunque prestare attenzione in diversi tratti che attraversano il comprensorio, perchè sono ancora tante le strade, soprattutto nelle località di campagna, percorse dall’acqua.

– Chiara Di Miele –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*