La cultura della prevenzione al centro dell’incontro delle “Giornate Mediche Dianensi” a Teggiano



























Un incontro dal titolo “La prevenzione è vita” si è svolto ieri pomeriggio presso il Complesso Monumentale della Santissima Pietà a Teggiano, nell’ambito delle “Giornate Mediche Dianensi”

La manifestazione, organizzata dal Comune di Teggiano, ha visto la collaborazione dell’Associazione “Angela Serra” per la ricerca sul Cancro-sezione di Salerno “Luana Basile”.

Presenti all’incontro, moderato da Pino D’Alvano, il responsabile dell’Associazione “Angela Serra” Arturo Iannarelli, la senologa Giovanna D’Elia, Dirigente presso l’ospedale di Polla, la radiologa Annamaria Cioffi, Dirigente Medico presso l’ospedale di Polla e il consigliere comunale di Teggiano Vincenzo D’Alto.










Vogliamo lanciare un messaggio di positività sfatando il mito che tumore vuol dire ancora oggi morte – ha dichiarato la dottoressa Giovanna D’Elia – La diagnosi precoce e la prevenzione del carcinoma mammario hanno regalato anni di vita alle donne“.

Il carcinoma mammario è il tumore maligno più frequente nelle donne con un’ incidenza di casi lievemente aumentata in Italia negli ultimi anni. Tuttavia, oggi, grazie alla ricerca e alla prevenzione, circa l’80% di questi carcinomi sono curabili.

La prevenzione è essenziale sopratutto per le donne tra i 50 e i 69 anni che hanno una maggiore probabilità di ammalarsi – ha spiegato la dottoressa Annamaria Cioffi- e che dovrebbero effettuare la mammografia a cadenza biennale“.

Vari, infatti, sono i fattori di prevenzione, come il ruolo della corretta alimentazione, evitare alcool e fumo e praticare una regolare attività fisica. I metodi di prevenzione del carcinoma alla mammella sono la mammografia e l’ecografia mammaria, effettuati a cadenza regolare.

“Sia per incidenza che per mortalità delle neoplasie, nella provincia di Salerno siamo al di sotto della media nazionale– ha affermato Arturo Iannarellie la situazione potrebbe ancora migliorare con la prevenzione, sopratutto contrastando l’obesità, che è diffusa soprattutto in Campania”.

– Justine Biancamano –

 

































Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*