La Procura regionale della Corte dei Conti della Campania ha depositato un atto di citazione in giudizio nei confronti del Governatore Vincenzo De Luca per un danno di circa 403mila euro.

La vicenda riguarda le assunzioni di quattro ex vigili urbani di Salerno negli uffici di diretta collaborazione della presidenza. Nel trasferimento si sarebbe concretizzato uno sperpero di denaro pubblico.

La Procura contabile ha passato al setaccio tutti gli aspetti relativi alle assunzioni negli uffici di staff della Regione Campania degli ex vigili urbani. Le assunzioni negli uffici di diretta collaborazione della presidenza della Campania possono essere determinate da criteri di fiducia ma la qualificazione economica deve attenersi a determinate caratteristiche che variano in virtù dell’incarico ricoperto.

La vicenda giudiziaria è nata per un caso fortuito: l’autista che stava accompagnando De Luca a casa a Salerno tamponò una ragazza su uno scooter. La presenza di un dipendente comunale alla guida dell’auto di servizio della Regione Campania scatenò le polemiche che portarono prima all’inchiesta della Procura di Napoli e poi a quella della Corte dei Conti.

Le nomine dei vigili sono state di recente sospese.

– Claudia Monaco –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*