E’ durato circa due ore l’interrogatorio a cui è stato sottoposto questa mattina l’insegnante di sostegno arrestato nei giorni scorsi dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Potenza, con le accuse di maltrattamenti in famiglia e verso fanciulli, aggravati e continuati, per fatti contestati che, secondo la Procura della Repubblica di Potenza, si sarebbero verificati all’interno dell’istituto scolastico di Ruoti.

L’insegnante è stato interrogato nei locali della Procura dal Giudice per le Indagini Preliminari, Luigi Setola, che ha firmato l’ordinanza di applicazione della misura cautelare. 

Assistito dal suo legale di fiducia, l’avvocato Antonio Iorio, l’insegnante non si è avvalso della facoltà di non rispondere, anzi ha collaborato fornendo ogni risposta alle domande poste dal Gip Setola.

Sin dal primo momento il mio assistito si è dichiarato innocente, e lo ha sottolineato anche durante l’interrogatorio – ha sottolineato il legale Iorio – inoltre ha risposto ad ogni domanda facendo chiarezza sulle accuse mosse nei suoi confronti. Non ci sono delle prove oggettive che rappresentano queste accuse, anzi ci sono elementi a favore dell’insegnante”.

Le indagini che hanno portato all’arresto dell’insegnante sono partite dalla denuncia di un genitore di una bambina che frequenta la scuola, di appena nove anni.

Secondo l’accusa, però, l’uomo avrebbe, come si legge nel dispositivo di custodia cautelare “inflitto quotidianamente sofferenze fisiche e morali alla bambina a lui affidata, affetta da invalidità motoria e cognitiva”. Avrebbe inoltre, quando sostituiva i suoi colleghi, rivolto offese agli alunni apostrofandoli con termini del tipo “porci” e “maiali.

Come sottolineato dal legale, l’insegnante ha risposto ad ogni domanda, anche per quanto riguarda le accuse di possedimento di materiale pornografico sul personal computer in aula. L’uomo si trova dal 23 aprile in regime di arresti domiciliari: mentre continua il lavoro difensivo, sarà il Tribunale del Riesame ad esprimersi su una eventuale scarcerazione.

-Claudio Buono-


  • Articoli correlati:

26/04/2018 – Maltrattamenti su un’alunna disabile,insegnante arrestato a Ruoti.L’avvocato della difesa: “È innocente”

24/04/2018 – Maltrattamenti su un’alunna disabile a Ruoti. Il sindaco Scalise: “Eventi simili turbano la comunità”

23/04/2018 – Insulti e schiaffi ad un’alunna disabile. Arrestato insegnante di sostegno di Balvano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano