Questa mattina, gli agenti della Polizia Ferroviaria della stazione di Sapri, diretti dall’Ispettore Capo Carmine Nicodemo, sono intervenuti per scongiurare un tentativo di suicidio da parte di una donna che, a seguito di una lite con il suo compagno, si è lanciata sui binari al sopraggiungere del treno Regionale 2426 proveniente da Cosenza e diretto a Napoli Centrale.

Grazie all’attenta vigilanza ed alla prontezza di riflessi degli operatori Polfer è stato scongiurato l’evolversi dell’insano gesto della donna che, tra l’altro, era in evidente stato di gravidanza.

La donna, una 30enne, era stata già notata, poco prima, discutere animatamente con un uomo nei pressi del bar della stazione. Mentre era in corso la discussione la 30enne con un gesto fulmineo si è lanciata sul binario della stazione mentre era in arrivo il treno regionale Cosenza-Napoli, con il chiaro intento di suicidarsi dopo che l’uomo l’avrebbe incitata a buttarsi sotto il treno.

A tanto, il macchinista del convoglio ha azionato il freno di emergenza ed i segnali acustici. Contemporaneamente gli operatori Polfer, portatisi sul primo binario, sono riusciti a bloccare la donna evitando l’impatto con il convoglio.

La malcapitata è stata condotta negli uffici della Polizia insieme al compagno ed è stato richiesto l’intervento di personale medico del Servizio Igiene mentale dell’ASL di Salerno, atteso che dagli accertamenti eseguiti nell’immediatezza dei fatti i due  risultavano avere problemi psichici.

Al termine degli adempimenti il compagno, anch’egli 30enne, è stato denunciato per il reato di istigazione al suicidio.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*