Il vicepresidente della Giunta regionale della Campania Fulvio Bonavitacola e l’imprenditore alberghiero Rocco Chechile, amministratore unico della Immobiliare Panoramica srl e proprietario del Grand Hotel Salerno, risultano indagati in un’inchiesta della Procura di Napoli su uno dei filoni relativi all’ospitalità degli atleti in occasione delle Universiadi dello scorso luglio in Campania.

Lo riferisce “Repubblica Napoli“. Nell’inchiesta, con ipotesi di corruzione, si mira a verificare la correttezza nei rapporti tra privati e rappresentanti delle istituzioni nell’organizzazione e gestione dell’evento. La Procura ha notificato un decreto di perquisizione all’imprenditore e un avviso di garanzia a Bonavitacola.

I Carabinieri hanno perquisito il Grand Hotel Salerno, dove in occasione delle Universiadi sono state ospitate quasi mille persone appartenenti alle delegazioni universitarie provenienti da tutto il mondo. Gli investigatori hanno chiesto di acquisire il registro dei pagamenti dell’anno in corso, per verificare i pernottamenti presso la struttura di Bonavitacola o eventualmente di suoi familiari.

L’ipotesi investigativa, alla quale ora gli inquirenti cercano riscontri, è che l’hotel sia stato scelto come uno dei luoghi di accoglienza dell’Universiade in virtù del rapporto privilegiato fra Bonavitacola e l’amministratore unico della società proprietaria dell’albergo Rocco Chechile.

Antonella D’Alto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*