Si è tenuta ieri pomeriggio, presso la chiesa madre di San Michele Arcangelo, la presentazione della XXIII edizione di “Presepi in mostra” nel centro storico di Padula, a cura dell’Associazione “Amici del Presepio- sez. Pietro Gallo”. Presenti, tra gli altri, Paolo Imparato, sindaco di Padula, Mons. Antonio De Luca, Vescovo della Diocesi di Teggiano – Policastro, Angelo Paladino, Presidente dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio.

“Anche quest’anno ci saranno delle novità che invitiamo a venire a scoprire – ha sottolineato il presidente dell’Associazione Germano Torresi  i soci realizzano da diversi anni oramai delle caratteristiche opere d’arte che valorizzano il centro storico di Padula e le sue chiese”. Partecipazione della sede AIAP di Lecce presente con opere dei soci. Anche la sede di Padula sarà presente a Lecce nella rassegna che partirà il 20 dicembre e durerà fino al 7 gennaio 2018. Ci sarà quindi uno scambio-gemellaggio tra le due città.

Bisogna potenziare l’offerta turistica anche nel centro storico di Padula– ha ricordato il primo cittadino- e la manifestazione inaugurata oggi, oltre all’impegno dell’amministrazione comunale nel proporre altri appuntamenti durante le festività natalizie, sicuramente garantiranno dei risultati”.

L’arte del presepe non deve rappresentare un passato che non torna più – ha ricordato il Vescovo– ma deve essere considerata un motivo per andare avanti e credere nel valore della famiglia”.

La mostra, allestita presso le chiese di Sant’Agostino, San Nicola De Domnis e San Michele Arcangelo, resterà aperta a dicembre nei giorni 8, 9, 10, 16, 17, 23, 26, 30 e 31, mentre a gennaio nei giorni 1, 6 e 7. Il 7 gennaio, inoltre, alle ore 19.30 ci sarà il sorteggio della Lotteria presso la Chiesa di San Michele Arcangelo.

– Gianluca Calenda –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano