Da qualche giorno, nell’ambito dei social network e su alcuni organi di stampa, è stata diffusa la notizia secondo cui l’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni avrebbe immesso esemplari di lupo nel territorio dell’Area Protetta. L’Ente, in un comunicato stampa, precisa che “tali notizie sono prive di qualsiasi fondamento” e che non è stato mai introdotto alcun esemplare di lupo nel passato né tanto meno è prevista una simile attività nel futuro.

Sul lupo è in corso da anni un approfondito studio scientifico condotto per conto del Parco dal professore Domenico Fulgione e dal suo staff del Dipartimento di Biologia dell’Università Federico II. Tale gruppo di ricerca svolge un lavoro di monitoraggio della popolazione di lupi nel parco raccogliendo dati su demografia, dimensione dei branchi, alimentazione, dispersione e rapporti con la zootecnia. I dati raccolti vengono poi utilizzati come base scientifica per l’attivazione di politiche di gestione del lupo.

Il prof. Fulgione, a proposito delle notizie infondate di immissione di esemplari di lupo nel Parco, ha dichiarato: “Immissioni da parte del nostro gruppo e da parte dell’Ente Parco non sono mai state effettuate, sia perché non ne esiste la ragione sia perché un’azione di questo tipo dovrebbe seguire un complesso iter autorizzativo da parte del Ministero e dell’ISPRA. Dopotutto la sola conoscenza delle popolazioni locali è uno strumento utile alla gestione faunistica della specie“.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*