Ha preso il via questa mattina nella splendida cornice di Castellabate l’evento dal titolo “Il Pescato della Dieta Mediterranea nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni“.

Una iniziativa che tende a valorizzare i prodotti della pesca praticata nel cristallino mare cilentano e che rientrano a pieno regime nella Dieta Mediterranea, patrimonio dell’umanità che il territorio del Parco Nazionale vanta tra le sue eccellenze.

Al porto di San Marco i pescatori hanno incontrato gli studenti degli Istituti Alberghieri “Ancel Keys” di Castelnuovo Cilento e “G.B. Piranesi” di Capaccio Paestum. Successivamente presso l’Approdo si è tenuto un incontro dibattito tra i pescatori e gli esperti del settore alla presenza di Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco.

“Il Parco – ha dichiarato Pellegrino – vuole promuovere una colonna portante della Dieta Mediterranea, il pescato dei nostri mari, ricco di valori nutrizionali, anche con la collaborazione dei pescatori che sono preziose sentinelle per tutelare e conservare la biodiversità marina”.

A mezzogiorno un gustoso show cooking con gli chef e i ragazzi degli Istituti Alberghieri seguito dalla degustazione dei manicaretti realizzati con i doni del mare.

La due giorni si conclude domani a Camerota quando alle ore 10.30 presso il porto di Marina arriveranno i pescatori che incontreranno gli studenti degli Istituti Alberghieri “Antonio Sacco” di Sant’Arsenio e “Carlo Pisacane” di Sapri.

Alle 11.00, presso l’Hotel America, un incontro dibattito con i pescatori e gli esperti del settore presieduto dal Presidente Pellegrino. A seguire, anche nella tappa finale, ci sarà lo show cooking con chef e studenti.

– Chiara Di Miele –


Foto:Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*