Il Maggiore della Guardia di Finanza ed attuale vice sindaco del Comune di Roscigno Bruno Ruotolo, aderisce a “Cambiamo“, la formazione politica fondata dal Governatore della Liguria Giovanni Toti.

Già comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Sala Consilina, Bruno Ruotolo lascia, quindi, la Lega, con cui è stato anche candidato alle ultime consultazioni provinciali, per “incompatibilità” con l’establishment regionale e provinciale della Lega che, secondo il vice sindaco d Roscigno “pensa soltanto al perseguimento di fini personali ed elettoralistici,, senza rapportarsi in maniera giusta e costruttiva con il territorio“. L’approdo al Movimento fondato da Toti nasce dal contrasto, quindi, con la leadership campana e provinciale della Lega.

Ho ritenuto di aderire alla Lega di Salvini – dice Bruno Ruotolo – perché i politici nazionali della Lega mi hanno fatto innamorare della politica soprattutto per quanto riguarda gli ideali da trasferire sul territorio. Da parte mia ho pensato di dare un contributo candidandomi alla Provincia per dimostrare che sul territorio c’era un partito, una coesione tesa a cambiare le regole e a far sì che la gente si avvicinasse di nuovo alla politica. Un risultato che fu straordinario, se si considera che prima di allora la Lega quasi non esisteva, ottenendo ottimi risultati. Successivamente in provincia di Salerno i big della politica della Lega piuttosto che fare opera di coesione per il territorio hanno cominciato a fare ognuno di testa propria, chiamando gente esterna al territorio, lavorando soltanto per fini personali disattendendo le regole e i valori della politica, ma soprattutto il rispetto della gente. La mia scelta di cambiare è quindi anche una risposta al modo scellerato di gestire la politica in provincia di Salerno, che disprezza la gente che lavora e che ci mette la faccia. Il coordinatore nominato a livello provinciale, Nicolas Esposito, quando è venuto a Salerno non si è neanche degnato di organizzare un incontro con tutti. Nessun rappresentate della Lega è stato chiamato. I politici del nord della Lega, invece, quando visitano i territori sono sempre a disposizione della gente“.

Io – continua Bruno Ruotolo – mi metto a disposizione di questa nuova formazione in provincia di Salerno da semplice militante, perché credo in un centrodestra moderato, capace di ascoltare per davvero le istanze del territorio“.

Il rapporto con la formazione politica di Giovanni Toti nasce, quindi, per un bisogno di partecipazione alla politica territoriale, cosa che, secondo Ruotolo, è venuta mancare in Campania. “Con ‘Cambiamo’ siamo noi a decidere quello che vogliamo fare e quali sono le istanze da portare avanti – sottolinea il vice sindaco di Roscigno -. Nessuno ci mette un limite o un freno. Voglio rimarcare che la mia scelta è stata dettata, quindi, dalla delusione che mi ha dato chi vuole rappresentare la Lega sul territorio, che soprattutto non ha tenuto conto né dei sentimenti, né dei valori, né della dignità di chi ci lavorava e si affiancava alla Lega. ‘Cambiamo’ è perfettamente d’accordo con le linee di Salvini e sono convinto che se si continua di questo passo neanche il leader vorrà avere a che fare con questo tipo di politici, che si presentano sul territorio solo per partecipare a feste e festicciole“.

– redazione –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*