Non trova pace, neanche nei giorni delle ferie agostane, la ferrovia Sicignano-Lagonegro. Come da segnalazioni pervenute al Comitato, la stazione di Montesano-Buonabitacolo è stata letteralmente devastata. Uno degli scali meglio conservati, sia a livello architettonico che infrastrutturale alla vigilia di Ferragosto si è risvegliato cementificato”.

E’ quanto dichiara in una nota il Comitato per la riattivazione della ferrovia Sicignano-Lagonegro.




“Il tecnico Rete Ferroviaria Italiana, Francesco Salsano, infatti, allertato da alcuni residenti ha preso nota delle cementificazioni e asfaltature sul binario – spiega il Comitato – di proprietà dello Stato, come era accaduto già a Sala Consilina, Polla e Padula. A Montesano la realtà ha superato la fantasia. Mentre a Sala e Polla è stata l’Amministrazione a rendersi autrice dello scempio, in questo caso privati non ancora individuati si sono appropriati dell’area antistante la stazione”.

“Rete Ferroviaria si sta muovendo, non si esclude un’azione legale – conclude – Per ripristinare la ferrovia è un problema continuo, per abbatterla e prenderla a mazzate invece si procede sempre con incredibile facilità”.

– Claudia Monaco –

 

Un commento

  1. Tonino B. says:

    Un immenso patrimonio non sfruttato per una mobilità sostenibile, per noi del Vallo potrebbe essere un eccellente, utilissimo servizio, ma tant’è. Che sconforto in questo Paese.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*