Il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Rosa D’Eliseo visita il Distaccamento di Sala Consilina



































Questa mattina il neo Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Salerno, l’architetto Rosa D’Eliseo, ha fatto visita al Distaccamento di Sala Consilina nel corso di una serie di tappe che, dopo l’insediamento del 1° giugno scorso, ha intrapreso sul territorio di competenza. Accolta dal Responsabile del Distaccamento, il Capo Reparto Luigi Morello, dai capisquadra Alessandro Morello, Eugenio Siena, Bruno Mangieri e Pasquale Ruberto, oltre che da diversi caschi rossi in servizio, il Comandante ha avuto modo di scoprire l’edificio che ospita il Corpo nel Vallo di Diano e carpirne peculiarità e potenzialità.

D’Eliseo è la prima donna Comandante Provinciale a Salerno e, come da lei stessa specificato, una delle poche presenze rosa in Italia al vertice di un Comando Provinciale.







Diverse le tematiche affrontate nel corso della sua visita a Sala Consilina, tanti gli obiettivi da raggiungere a breve termine prefissati nella sua azione iniziata da poco. Consapevole delle differenze territoriali tra la provincia a nord di Salerno, più urbanizzata, e quella a sud, più rurale ed esposta al rischio di incendi boschivi, il Comandante D’Eliseo ha posto l’accento in particolar modo sulla sinergia con altre istituzioni territoriali e sul prezioso apporto che può giungere dalla collaborazione dei cittadini, fulcro centrale di ogni azione messa in campo dai Vigili del Fuoco a tutela della loro incolumità.

La provincia è molto estesa – ha spiegato – ma per me è un piacere conoscere le sedi e il personale. Nel nostro lavoro il rapporto umano è una priorità. Il Distaccamento di Sala Consilina mi ha fatto un’impressione positiva e da parte mia ci sarà il massimo impegno per migliorarlo. Avrei bisogno del doppio del personale in tutta la provincia, soprattutto per coprire la zona a sud di Salerno, che è rimasta agli anni 80, quando furono aperte alcune sedi dopo il terremoto. Poi è necessario migliorare il tipo di intervento a seconda dell’area in cui si opera, diversificando i dispositivi di soccorso“.

Il Comandante D’Eliseo ha poi lanciato un messaggio ai suoi uomini: “Lavoriamo insieme e bene, sarò sempre al loro fianco ma ho bisogno che loro credano in me per ottenere dei buoni risultati“.

E ai cittadini: “Continuate ad avere la fiducia che finora avete mostrato nei Vigili del Fuoco e stimateci, perché vi siamo vicini nei momenti più difficili e continueremo a farlo. Ma dovete contribuire con la prevenzione, soprattutto in questo periodo a rischio di incendi“.

– Chiara Di Miele –



































Un commento

  1. Rocco Panetta says:

    Una visita NON OPERATIVA, quella effettuata dall’Ingegnere Comandante dei Vigili del Fuoco, fatta in tenuta da passeggio, NON in divisa. Forse è stato questo il motivo per cui l’Ingegnere non si è chiesto se l’edificio in cui è ubicata la Caserma dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina, Comune classificato al MASSIMO GRADO di SISMICITA’, fosse o MENO ANTISISMICO, visto che la Protezione Civile Nazionale considera le Caserme dei Vigili del Fuoco e gli Ospedali: EDIFICI STRATEGICI, che DEVONO restare OPERATIVI, senza danni strutturali, dopo SCOSSE SISMICHE.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*