Duro attacco all’amministrazione comunale di Polla da parte del GruppoInsieme per Polla”, guidato da Antonio Coppola. Un pubblico manifesto con lo slogan “Amministrazione sciagurata, sono tornati i gabellieri” è stato infatti diffuso a firma del gruppo politico.

Oggetto della contestazione, la concessione del servizio di gestione, accertamento e riscossione delle entrate per il Comune di Polla alla SO.G.E.T. S.p.a.

L’amministrazione di Polla ha autorizzato questa ditta, estranea ai cittadini pollesi, a entrare nelle nostre case e attività commerciali al fine di ‘censire’ misure, mq e abitanti – ha dichiarato Antonio Coppola – I dati relativi ai locali commerciali e artigianali e alle abitazioni private dovrebbero però essere già in possesso dell’amministrazione comunale o in alternativa reperibili presso il catasto. In questi tempi in cui furti e violenze sono all’ordine del giorno, perché i cittadini pollesi, la maggior parte dei quali già in regola, dovrebbero permettere a degli sconosciuti di ispezionare le proprie abitazioni?”.

Ribellatevi, non consentite che vi controllino indiscriminatamente”, questo il monito ai cittadini che si legge sul manifesto.

Un Comune efficiente dovrebbe già aver verificato questi dati al momento della presentazione dei vari progetti – continua Coppola – e se non lo ha fatto significa che fino ad ora ha permesso che si verificasse dell’abusivismo, e quindi devono andarsene tutti a casaChiediamo quindi che questa ditta reperisca i dati necessari presso il catasto o gli uffici comunali, e che nei confronti delle attività non in regola e dei contribuenti morosi, i quali dovrebbero essere già noti, vengano adottate le misure del caso”.

– Mariarita Cupersito –


 

2 Commenti

  1. massimo lorenzi says:

    Un’atra perla di Ciccone e la sua combriccola d’incapaci.

    Quando costui si decidera’ finalmente a togliere il disturbo sara’ sempre troppo tardi ed avra’ disseminato dietro di se’ solo macerie e drammi socio-economici.
    Povera Patria. Poveri noi

  2. Giusto
    Tra catasto, permessi a costruire, tre condoni edilizi e varie scie – dia – cila ecc.
    L’amministrazione comune dovrebbe disporre di tutte le informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.