Controlli serrati sul rispetto delle misure di contenimento del contagio attraverso dispositivi interforze dedicati previsti con apposita pianificazione provinciale. E’ quanto ha disposto il Prefetto di Potenza Michele Campanaro a conclusione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica riunito in mattinata presso il Palazzo del Governo.

Presenti all’incontro, oltre al Questore ed ai Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Presidente della Provincia, gli Amministratori dei Comuni di Potenza, Acerenza, Lagonegro, Melfi, Senise, Venosa e Viggiano, il Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria di Potenza, il Coordinatore della Task- Force Coronavirus della Regione Basilicata, il Presidente della Camera di Commercio di Basilicata, i Presidenti di Confindustria Basilicata, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, CNA e, collegati in videoconferenza, i Responsabili territoriali del  Consorzio Trasporti di Basilicata – COTRAB, di Trenitalia, delle Ferrovie Appulo Lucane – FAL e dell’azienda incaricata del Trasporto Pubblico Locale sul capoluogo lucano.

L’intensificazione dei controlli e delle sanzioni è stata decisa a seguito delle ultime misure urgenti approvate dal Governo per il contenimento dell’epidemia da Covid-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali. Le misure prevedono, in particolare, l’istituzione del Green Pass rafforzato che, anche in zona bianca, dal 6 dicembre e sino al 15 gennaio, vale solo per coloro che sono vaccinati o guariti, consentendo l’accesso a spettacoli, discoteche, eventi sportivi, ristorazione al chiuso e cerimonie pubbliche. L’obbligo del Green Pass viene, inoltre, esteso, sempre dal 6 dicembre prossimo, ad ulteriori settori, tra cui i servizi di trasporto ferroviario regionale ed interregionale ed i servizi di trasporto pubblico locale.

Il piano provinciale per il rafforzamento dei controlli, deciso oggi dal Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, sarà immediatamente messo a punto in uno specifico  tavolo tecnico convocato dal Questore, prevedendo l’impiego a largo raggio di tutte le forze di Polizia e del personale dei corpi di Polizia Municipale, per verificare il rispetto dell’obbligo del possesso delle certificazioni verdi, riguardando in particolare i comparti della ristorazione al chiuso, degli spettacoli, degli eventi sportivi e del trasporto pubblico locale.

E’ un dispositivo capillare ed articolato – ha dichiarato il Prefetto Campanaro – che in questo momento si rende necessario mettere in campo con controlli di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza, a cui parteciperanno anche i corpi di Polizia Locale che hanno specifiche competenze in materia di polizia annonaria. In vista delle prossime festività e del prevedibile aumento delle presenze negli spazi pubblici e nei locali, i controlli non riguarderanno solamente la verifica del rispetto dell’obbligo del possesso del Green Pass, incluso il nuovo certificato verde rafforzato, ma anche l’uso della mascherina ed il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale, per evitare pericolosi assembramenti nei luoghi della movida cittadina. L’inosservanza di queste misure, assolutamente necessarie per contenere il contagio, sarà contestata con sanzioni amministrative”.

Al potenziamento dei controlli disposti oggi sul tavolo del Comitato, il Prefetto non ha escluso possano aggiungersi ulteriori misure più stringenti nei prossimi giorni.

Ove si dovessero registrare con le Forze di Polizia situazioni particolari che lo richiederanno – ha aggiunto il rappresentante del Governo – ho posto sul tavolo, all’attenzione degli Amministratori locali e, in particolare, del Sindaco di Potenza di considerare l’opportunità di fare ricorso, con apposita ordinanza sindacale, a strumenti più stringenti, in particolare l’obbligo di mascherina all’aperto e il contingentamento o la chiusura di strade e piazze sovraffollate”.

Delle nuove misure, il Prefetto ha, infine, informato il Presidente della Camera di Commercio di Basilicata ed i vertici provinciali delle Associazioni di categoria presenti, per un’opera di sensibilizzazione nei confronti degli operatori. Una attenzione particolare riguarderà il settore del trasporto pubblico locale, con controlli mirati nei luoghi di maggiore concentramento dei mezzi di trasporto. “Tutti hanno convenuto sull’importanza di stringenti controlli, nella consapevolezza che per chi non si comporta correttamente c’è una sanzione! Ma confido sempre in un senso di responsabilità diffusa e condivisa da parte di ognuno, responsabilità che resta, soprattutto, attraverso il ricorso alla vaccinazione e l’uso delle mascherine, lo strumento più efficace per sconfiggere questo nemico subdolo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano