Stefano, Michele, Maria Dorotea, Angela e Jacopo sono solo alcuni dei nomi dei ragazzi, vittime della strada, ricordati ieri all’inizio della Santa Messa celebrata a Scario nella chiesa dell’Immacolata. Un’iniziativa promossa dall’Associazione “Dorothy Dream” e sostenuta dall’Amministrazione di San Giovanni a Piro proprio in occasione della Giornata Mondiale delle Vittime della Strada.

Un modo diverso per ricordare tutte le giovani vittime di incidenti stradali ma anche per dare conforto alle famiglie protagoniste di tali tragedie, il cui dolore però resterà sempre vivo e indelebile. “Il dolore ci blocca e ci paralizza – ha affermato don Tonino ma la speranza cristiana ci insegna a guardare il futuro con positività ed essere sempre discepoli del Signore“.

Il parroco ha poi sottolineato anche l’importanza che in tali casi può avere la prevenzione che però deve essere accompagnata dal rispetto del Codice della Strada. A tal proposito, a conclusione della celebrazione, è intervenuto il vicesindaco di San Giovanni a Piro Pasquale Sorrentino presente in chiesa in compagnia del Sindaco Ferdinando Palazzo e dei consiglieri Sandro Cartolano del Comune di Roccagloriosa e Andrea Mancuso di Torraca.

Per evitare che questa giornata sia solo un ricordo di questi giovani – ha dichiarato Sorrentino – la nostra Amministrazione in collaborazione con altri 15 Comuni ha sottoscritto un Protocollo d’intesa sulla sicurezza stradale che impegnerà i singoli Enti a mettere in campo tutte le azioni necessarie per evitare che accadano simili tragedie“.

Un ultimo pensiero è arrivato dal consigliere Cartolano, vittima di un incidente stradale, che si è detto privilegiato per essere ancora in vita a differenza di tanti giovani che invece la vita purtroppo l’hanno persa.

Maria Emilia Cobucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*