Il Giorno della Memoria ci offre ogni anno l’occasione di riflettere sui tragici eventi della storia del ‘900 ed in particolare sullo sterminio degli ebrei vittime del genocidio nazista. Ciò è importante soprattutto per i giovani, che devono fare tesoro dei principi costituzionali di libertà, democrazia e rispetto delle idee di tutti, così faticosamente riaffermati in questi anni di fronte al riemergere di guerre e conflitti in tante parti del mondo, per evitare che le immani tragedie del passato possano ripetersi”.

È il messaggio che il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, rivolge ai giovani lucani in occasione della “Giornata internazionale di commemorazione delle vittime dell’Olocausto”.

La Costituzione repubblicana, scrigno di valori e riferimento imprescindibile per le generazioni future, è il migliore antidoto ad ogni forma di violenza. Ed è, allo stesso tempo – prosegue Bardi – un insieme di valori che vanno coltivati e nutriti quotidianamente con il rispetto reciproco, l’interesse per lo studio e l’approfondimento, il confronto fra culture diverse, il rifiuto della violenza, dell’intolleranza, di ogni forma di razzismo. La democrazia, per quanto imperfetta, è la migliore forma di governo e va arricchita quotidianamente con la partecipazione dei giovani. E la memoria è un dovere morale di tutti noi: coltivarla è il modo migliore per evitare gli errori del passato e dare ai giovani le chiavi del loro futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.