Il Consiglio regionale della Campania ha approvato all’unanimità la mozione del consigliere Tommaso Pellegrino sull’istituzione della giornata celebrativa delle Radio libere 1976- 45 anni di libertà d’antenna“. Prossimamente, ci sarà anche una sua proposta di legge.

Nella mozione, presentata il 28 luglio scorso, (proprio il 28 luglio del 1976 la Corte Costituzionale, con una sentenza storica e rivoluzionaria, liberalizzò l’etere, sancendo la legittimità di trasmissioni radiofoniche purché in ambito locale, facendo così finire il monopolio Rai) il consigliere Pellegrino ha illustrato tutta la storia di quel periodo di libertà di espressione, facendo anche un dettagliato riferimento a Radio Sapri (1976-1982), la prima radio libera al mondo ad aver intervistato il 17 gennaio del 1979 Papa Karol Wojtyla, dopo appena tre mesi di Pontificato, grazie al suo giovane direttore Tonino Luppino, che si travestì da missionario sudamericano pur di intervistarlo.

Con una nota di compiacimento, inviata a tutte le 425 emittenti Radiotelevisive della R. E. A. (Radiotelevisioni Europee Associate), Antonio Diomede, che presiede la prestigiosa Associazione romana, ha ringraziato Pellegrino.

In un momento di gravissimo attacco alla libertà d’informazione – ha scritto Diomede – la risposta della Regione Campania, grazie alla sensibilità del consigliere Tommaso Pellegrino, giunge forte e chiara alle orecchie di quelle forze politiche che vorrebbero concentrare in poche mani stampa, radio e Tv, per un ritorno ai monopoli dell’informazione”.

 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano