E’ stata trovata senza vita sul letto, con mani e piedi legati e la bocca imbavagliata con del nastro adesivo una 49enne di nazionalità cinese, Lin Suqing, all’interno di un appartamento in via Caravaggio ad Agropoli.

L’allarme è stato dato ieri sera dal proprietario dello stabile che da qualche giorno cercava di contattare la donna per riscuotere i soldi dell’affitto. Pare che il corpo, nudo, fosse già in stato di decomposizione.

La donna era residente nel Napoletano e pare che avesse affittato l’appartamento solo dal periodo natalizio.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Agropoli, agli ordini del Capitano Francesco Manna, che hanno forzato la porta dell’abitazione e hanno fatto la scioccante scoperta. I militari dell’Arma hanno dunque avviato le indagini per scoprire cosa è accaduto nell’appartamento di via Caravaggio, in una zona centrale della cittadina cilentana.

La salma è stata trasportata presso l’obitorio dell’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania in attesa dell’esame autoptico.

Restiamo attoniti – afferma il sindaco Adamo Coppolarispetto alla notizia del ritrovamento del cadavere di una donna di nazionalità cinese in un appartamento ad Agropoli. L’ipotesi più accreditata sembra essere l’omicidio, accadimento inusuale per la nostra Città, ma al momento gli inquirenti non scartano alcuna pista. Ho sentito e letto poi in merito ad una presunta comunità cinese presente ad Agropoli. Ma il termine in questione descrive un insieme di individui che stiano stabilmente e da diverso tempo su un determinato territorio. E per quanto concerne i cinesi, solo da poco tempo sono presenti in Città, da quando hanno aperto alcuni esercizi commerciali. Pensiamo che quanto accaduto sia un fatto occasionale, ma restiamo comunque in guardia ed attenti all’evolversi della vicenda. Abbiamo a cuore la sicurezza della nostra Città e il nostro impegno è come sempre massimo affinché la stessa venga tutelata“.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*