Si chiama Autostop Race ed è una particolare gara di autostop organizzata dall’Università di Wroclaw in Polonia. Migliaia di autostoppisti partiti dalla città polacca dovranno giungere alla meta, che in questa edizione è Cirò Marina, in Calabria, attraversando le strade europee in autostop. Il 4 maggio si ritroveranno tutti a festeggiare in un campeggio e, naturalmente, avrà vinto chi avrà raggiunto per primo la meta.

Questa mattina alcuni dei giovani in gara sono stati fermati dagli agenti della Polizia Stradale di Sala Consilina sull’area di servizio Sala Consilina Sud. L’Autostop Race non prevede di gareggiare chiedendo un passaggio alle automobili in transito sull’autostrada, ma soltanto lungo le strade ordinarie. I ragazzi fermati sull’area di servizio, infatti, non stavano facendo l’autostop ma, per precauzione, sono stati invitati a lasciare l’autostrada A2 del Mediterraneo e a proseguire il loro gioco lungo altre arterie stradali.

E’ bene ricordare che il Codice della Strada all’articolo 175 comma 7, lettera b, recita che “sulle carreggiate, sulle rampe, sugli svincoli, sulle aree di servizio o di parcheggio e in ogni altra pertinenza autostradale è vietato richiedere o concedere passaggi“.

Chiunque richieda o conceda passaggi nelle aree di pertinenza autostradale rischia una multa che va da un minimo di 41 ad un massimo di 169 euro.

– Chiara Di Miele –

 

Un commento

  1. Uau…. Che solerzia!!! Solitamente Una manifestazione organizzata da un università…. Per lo più composta da polacchi.. (GRANDE POPOLO…A MIO PARERE)… Ha la stessa valenza di pericolosita’ che creano migliaia di clandestini magrebini o di gentaglia Slava o roomena (scritto di proposito) che i perversa o nelle nostre città!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano