Dopo la radiazione dall’Albo del giornalista pubblicista di Agropoli, Sergio Vessicchio, perchè pronunciò frasi sessiste e offensive rivolte alla guardalinee Annalisa Moccia durante la partita di calcio Agropoli-Sant’Agnello, interviene anche la Commissione Pari Opportunità dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, presieduta da Titti Improta.

“La Commissione Pari Opportunità del nostro Ordine si batte quotidianamente affinché le parole siano utilizzate in maniera corretta da tutti e soprattutto da chi è giornalista e lavora attraverso l’uso delle parole – fa sapere la Improta -. Social e blog non possono restare una zona franca per continuare a commettere impunemente tali discriminazioniLe frasi discriminatorie e sessiste del sig. Vessicchio  sono gravi ed offensive e vanno stigmatizzate“.

L’assistente donna è una cosa inguardabile, – aveva commentato il giornalista cilentano durante la telecronaca – è uno schifo vedere le donne che vengono a fare gli arbitri in un campionato dove una società spende centinaia di migliaia di euro”.

Vessicchio era stato precedentemente sospeso dall’Ordine per gli episodi accaduti lo scorso marzo, poi la comunicazione della sua radiazione notificata anche al Procuratore generale della Corte d’Appello di Napoli.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

29/11/2019 – Frasi sessiste contro guardalinee donna. Radiato dall’Albo il giornalista di Agropoli Sergio Vessicchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*