Ancora un bel riconoscimento per Franco Pantalena, 37enne di Vietri di Potenza, scrittore, instapoet, nonché assessore comunale alla Cultura. E’ lui uno dei vincitori della quarta edizione del concorso di poesia dialettale lucana indetto dall’Università della Basilicata, nell’ambito del progetto “A.L.Ba” (Atlante linguistico della Basilicata), e dal Cid, il Centro Interuniversitario di ricerca in Dialettologia.

Per il terzo anno consecutivo, praticamente da quando è stato istituito, gli è stato assegnato il premio dedicato ad Antonio Infantino, musicista, poeta e artista italiano, nonché fondatore dei “Tarantolati di Tricarico”, scomparso il 30 gennaio del 2018 a Firenze. Un riconoscimento per Pantalena che è arrivato grazie alla poesia “La r’tenna” e al suo ritmo.

La tematica (la r’tenna era uno scambio di aiuto nelle pratiche agricole) che ha inteso trattare l’autore richiama le origini contadine del popolo, lo stesso inoltre nel componimento ha intessuto anche un parallelismo con il tema dell’amore. Il premio viene assegnato alla poesia con il ritmo migliore. A darne notizia è stata la docente Patrizia Del Puente, a mezzo social, visto che è stato impossibile organizzare eventi in presenza a causa dell’emergenza sanitaria.

Sono molto felice di ricevere nuovamente questo premio. Il dialetto – ha dichiarato Franco Pantalena – è fatto di suoni puri, genuini. Sembra quasi che in dialetto non si possano dire bugie. Direi che il dialetto possa essere considerato a pieno titolo la lingua della verità, non quella assoluta, la verità della quotidianità, s’intende. Sono particolarmente onorato per il riconoscimento, anzitutto per il legame con la mia terra, ma anche perché mi inorgoglisce non poco ricevere il Premio Infantino, data la mia attività di autore musicale. Infatti tutto ciò si muove in linea di continuità con la mia produzione artistica e con ‘Inno alla Basilicata’, brano che porta la mia firma unitamente a quelle di Isabella Tortoriello, Giuseppe Cirone e Christian Giordano”.

Autore già di ‘Sarò Franco” e “Quarantenauti – la quarantena al tempo di internet’, Pantalena sta lavorando al suo primo romanzo, dal titolo “Roma al Contrario”. Quest’ultima fatica dovrebbe essere pubblicata nei prossimi mesi. Nel 2018 ha anche vinto un concorso indetto su Instagram da Mondadori e le sue pubblicazioni hanno riguardato anche opere benefiche a favore di associazioni.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*