L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 10 giugno 2020 ha emanato la guida operativa per richiedere il contributo a fondo perduto introdotto dal Decreto Rilancio.

Il contributo a fondo perduto è rivolto ai soggetti, imprese o professionisti, che nell’anno 2019 hanno avuto ricavi o compensi di importo complessivo non superiore a 5 milioni di euro.

I beneficiari del contributo sono:

  • i soggetti esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo;
  • i soggetti titolari di reddito agrario;
  • i titolari di partita IVA.

Sono invece esclusi:

  • i soggetti la cui attività sia cessata alla data di richiesta del contributo;
  • i soggetti che hanno iniziato l’attività dopo il 30 aprile 2020;
  • gli enti pubblici;
  • i professionisti e lavoratori dipendenti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria (cosiddette casse previdenziali);
  • i soggetti che hanno diritto alla percezione delle indennità previste dagli articoli 27 bonus professionisti e 38 bonus lavoratori dello spettacolo del decreto-legge n. 18 del 17 marzo 2020 (decreto “Cura Italia”).

In ogni caso, il contributo spetta se l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. Per i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019, il contributo spetta anche in assenza di tale requisito del calo di fatturato.

Per determinare l’ammontare del contributo a fondo perduto sono previste 3 percentuali, da applicare alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi relativi ai mesi di aprile 2020 e aprile 2019:

  • 20% se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 non superano la soglia di 400mila euro;
  • 15% se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 non superano la soglia di 1 milione di euro;
  • 10% se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 non superano la soglia di 5 milioni di euro.

Il contributo non può essere inferiore a mille euro per le persone fisiche e a 2mila euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche. Le domande possono essere presentate dal 15 giugno al 13 agosto 2020.

Il contributo viene corrisposto direttamente dall’Agenzia delle Entrate con accredito sul conto corrente del soggetto richiedente.

Per info:

www.studioviglionelibretti.it

info@studioviglionelibretti.it

Telefono: 0975/399004  Cellulare: 338/8122100

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

PUBBLIREDAZIONALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*