Continua a far discutere la questione della possibile riattivazione della linea ferroviaria Sicignano-Lagonegro, sospesa dal 1° aprile 1987.

Il senatore del Movimento 5 Stelle Francesco Castiello, lo scorso 17 marzo, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Toninelli per sapere “quali iniziative intende assumere per garantire un efficiente trasporto ferroviario, integrato e intermodale, nel Vallo di Diano e nel Lagonegrese così da rimuovere le criticità già segnalate e per ripristinare la circolazione sulla linea Sicignano-Lagonegro anche attraverso l’adeguamento del tracciato e dell’infrastruttura ai nuovi standard”.

Castiello chiede inoltre di velocizzare, riammodernare e adeguare ai nuovi standard la linea Battipaglia-Potenza in modo da ridurre sensibilmente i tempi di percorrenza tra il capoluogo della Basilicata e il territorio della provincia di Salerno e di Napoli.

“La carenza di infrastrutture – si legge nell’interrogazione – e di adeguati servizi ferroviari ha determinato in Campania, nel periodo 2011/2018, il drastico calo dei pendolari che fruiscono del treno (-33,9), l’aumento spropositato delle tariffe (+ 48,4) e il taglio considerevole dei servizi (- 8,1%), con grandi disagi per i cittadini campani, sempre più costretti ad utilizzare l’autovettura privata per gli spostamenti”.

Apprendo con piacere che il senatore Castiello ha chiesto al Ministro Toninelli di riaprire la Sicignano-Lagonegro a 32 anni dalla chiusura – ha dichiarato Angelo Paladino, Presidente dell’Unione Giuristi Cattolici Iniziativa encomiabile ma dall’esito difficilmente positivo. Non vorrei che la prossima campagna elettorale sia stata l’unica fonte di ispirazione di questa interrogazione. A Castiello chiedo di rivolgere pressante premura al suo compagno di partito, il ministro Bonafede, per la riapertura del carcere di Sala Consilina che ancora attende una decisione definitiva. Oltretutto per la riapertura del carcere la soluzione è molto semplice ed economica, basta la sola firma del ministro. Ci facciano questo regalo pre-elettorale, riaprano il carcere in attesa di veder riaperta la Sicignano-Lagonegro”.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*