Il Comune di Sanza si costituirà parte civile nei procedimenti penali per femminicidio e atti di violenza nei confronti dei minori. E’ quanto deciso, nei giorni scorsi, tramite una delibera di Giunta, su impulso del sindaco Vittorio Esposito e della sua squadra amministrativa.

Un chiaro segnale che vuole accompagnare e supportare le vittime con azioni dirette per diffondere la cultura del rispetto e tutelare chi è oggetto di violenze e far comprendere che il Comune non nasconde né minimizza gli atti di violenza delle persone che vivono sul suo territorio.

L’azione intrapresa, permetterà  di impegnare l’Amministrazione nella costituzione a parte civile per episodi che vedono coinvolto il territorio di Sanza e di destinare la somma eventualmente percepita come risarcimento ai Servizi Sociali del Comune di Sanza. “Lo avevamo indicato già nelle scorse settimane come una priorità per il 2018, ora la giunta comunale in modo convinto ha già approvato l’atto di indirizzo con il quale si stabilisce che la nostra amministrazione comunale si costituirà parte civile nei procedimenti penali o attraverso Associazioni che possano sostenere giudizialmente gratuitamente il Comune, o mediante incarico da conferire autonomamente. Le somme eventualmente percepite dall’Ente a titolo di risarcimento danni, patrimoniale e non, saranno devolute ai Servizi Sociali del Comune di Sanza. Nel prossimo consiglio comunale chiederemo all’assise di sostenere questa decisione che noi riteniamo di assoluta necessità” ha commentato l’assessore Marianna Citera.

“Si tratta di un chiaro segnale di sensibilità e attenzione – ha dichiarato il vicesindaco Antonio Lettieri inoltre sarà nostra premura individuare un luogo per ascoltare le donne di Sanza e dei paesi limitrofi per tutte le problematiche. In primavera, inoltre, ospiteremo la consigliera della Regione Campania delegata alle Pari Opportunità Domenica Lomazzo. Un paese civile, nel 2018, non può accettare discriminazioni e violenze contro i più deboli”.

Il fenomeno degli atti di violenza su donne e minori è purtroppo in aumento, nonostante la tanta informazione sull’argomento. Non dobbiamo incorrere nell’errore che nelle nostre piccole comunità tali eventualità non si verifichino. Tutt’altro, riteniamo necessario attivarci per aumentare la sensibilizzazione a riguardo. Prossimamente promuoveremo un incontro pubblico alla presenza della consigliera di Pari opportunità della Regione Campania, Domenica Maria Lomazzo e di altre autorità e donne impegnate sul tema. La nostra scelta ritengo che sia frutto di una sensibilità che le amministrazioni comunali devono mostrare verso queste argomentazioni al fine di innescare quel processo culturale virtuoso che possa per davvero far cambiare le cose” ha aggiunto il sindaco Vittorio Esposito.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*