Un emendamento al Decreto-legge Rilancio prevede anche la figura del farmacista di famiglia.

“La pandemia di Covid-19 che ha investito l’Italia ha messo in risalto la carente struttura sanitaria territoriale del nostro Paese. La prima linea di difesa contro il virus non ha retto quasi da nessuna parte e gli ospedali sono stati investiti da un’onda d’urto che in alcune aree ha provocato il collasso del sistema sanitario”.

È quanto viene dichiarato nell’emendamento che il Movimento 5 Stelle ha presentato.

Il farmacista di famiglia, pagato per numero di assistiti in carico, potrà essere scelto presso l’Asl al pari del medico curante.

Ma di cosa si occuperà il farmacista di famiglia?

Ne abbiamo parlato con il dott. Alberto Di Muria, titolare dell’omonima Farmacia di Padula Scalo.

– Claudia Monaco –

[fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/725219928308647/” width=”700″ height=”400″ onlyvideo=”1″]

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano