L’estate è una parte dell’anno bellissima e tutti desiderano viverla appieno però, a causa delle elevate temperature ambientali spesso accompagnate da alti tassi di umidità, compaiono segni come stanchezza, mancanza di forze e capogiri.

Tutto questo è dovuto al fatto che il nostro organismo deve trovare il modo di disperdere il calore in eccesso: innanzitutto dilata i vasi sanguigni per permettere una maggiore dispersione del calore corporeo. Ciò comporta una riduzione della pressione arteriosa che ci fa sentire particolarmente stanchi. Ad acuire questa fastidiosa sensazione contribuisce anche la sudorazione che fa perdere abbondantemente acqua e sali minerali.

Se non prontamente reintegrata, la perdita d’acqua può portare a stati di disidratazione anche severi che si manifestano con stanchezza muscolare, difficoltà a concentrarsi e sensazione di testa vuota, accompagnati da un’ulteriore riduzione della pressione sanguigna. Tutte queste manifestazioni sono aggravate dalla contemporanea riduzione dei livelli di magnesio e potassio: il magnesio supporta diverse reazioni biochimiche coinvolte nella trasformazione delle sostanze nutrienti assunte con il cibo in energia e insieme al potassio interviene nei processi di contrazione muscolare e di trasmissione degli impulsi nervosi.

Per rimediare può bastare utilizzare solo alcuni accorgimenti: bere molta acqua, consumare frutta e verdura e alimenti contenenti magnesio e potassio, minerali fondamentali per restituirci energie e rinvigorire il nostro corpo. E se tutto questo non basta si può trovare un aiuto aggiuntivo negli integratori specifici di potassio, magnesio e vitamine, in grado di assicurare buona parte del fabbisogno quotidiano di questi elementi.

Di recente in farmacia è disponibile un nuovo integratore che associa, oltre al magnesio ed al potassio, anche l’acetilcarnitina e la vitamina B5.

Queste due ultime sostanze ci faranno sentire più energici e meno stanchi. Ovviamente la mia formazione in medicina omeopatica mi impone, per chi volesse un consiglio più completo e soprattutto per i soggetti astenici, di consigliare in aggiunta un rimineralizzante omeopatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*