La parodontite o piorrea è una grave infiammazione delle gengive e degli altri apparati di sostegno del dente.

E’ causata principalmente da infezioni batteriche, responsabili della progressiva distruzione del parodonto, l’apparato di sostegno dei denti costituito da tessuti molli ed ossei.

L’origine della piorrea è legata all’accumulo di tartaro e placca che, favorendo la formazione di sacche batteriche nelle tasche parodontali, distrugge osso e gengiva.

La piorrea può essere favorita da fattori quali: indebolimento delle difese immunitarie, malnutrizione, scarsa igiene dentale, tabagismo.

Oltre ad essere causa di alitosi, la parodontite può originare gengivite, sanguinamento gengivale, recessioni gengivali con esposizione della radice e caduta dei denti. Per questo è utile sottoporsi ad una visita odontoiatrica di controllo almeno una volta all’anno. La parodontite, infatti, è una malattia subdola che esordisce senza alcun sintomo apprezzabile.

E’ molto importante una corretta igiene orale: occorre lavare sempre i denti dopo ogni pasto, utilizzando uno spazzolino a setole morbide per evitare di irritare ancor più le gengive gonfie ed infiammate, limitare i contatti con sostanze irritanti e/o tossiche, non fumare; usare un collutorio ad azione antisettica, disinfettante, per alleviare il dolore bruciante derivato dalla parodontite.

A seconda della gravità della patologia, il dentista può prescrivere anche FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei, per alleviare il mal di denti e l’infiammazione gengivale causati dalla parodontite e antibiotici a largo spettro contro i patogeni responsabili.

Anche Madre Natura può essere d’aiuto in caso di parodontite. Infatti, il paziente affetto da piorrea può avvalersi di prodotti naturali per alleviarne i sintomi e velocizzarne la guarigione. L’echinacea è nota per le proprietà immunostimolanti e antivirali.

Il grosso interesse per le proprietà dell’echinacea deriva dalla sua capacità di attivare l’azione fagocitaria dei linfociti e rinforzare il sistema immunitario specifico. In più l’echinacoside svolge azione antibiotica e batteriostatica, in grado di inibire la replicazione di batteri difficilmente controllabili. Per questo è adatta per trattare la parodontite in caso di stress ed alterazione delle difese immunitarie.

La Calendula ha spiccate proprietà antispasmodiche, cicatrizzanti e antinfiammatorie. La tintura madre, preventivamente diluita è utilizzata in caso di gengiviti, afte e stomatiti e per gargarismi quando la gola è arrossata. La sua azione completa quella dell’Echinacea per un’azione potente contro la piorrea.

 

Bibliografia: www.cure-naturali.it– www.lifegate.it – www.my-personaltrainer.it        


Farmacia 3.0 – Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*