L’alitosi, l’alito cattivo, è un fenomeno che colpisce gran parte della popolazione, soprattutto in determinati momenti del giorno. E’ causata da batteri che vivono nella bocca e che producono sostanze contenenti zolfo, responsabili dell’odore sgradevole. La saliva inibisce questi batteri e perciò essi si sviluppano quando c’è poca saliva, come al mattino o quando si beve poco.

Ovviamente per evitare l’alito cattivo è indispensabile una corretta igiene orale. Infatti, le patologie che interessano la bocca quali carie, gengiviti, stomatiti e parodontiti sono spesso accompagnate da alito cattivo persistente. Ancora, alcuni alimenti e alcune bevande possono notoriamente generare alito cattivo, alcuni in misura fortissima, come l’aglio o la cipolla. In generale bisogna bere molta acqua e nella dieta non devono mai mancare frutta e verdura, mentre è meglio limitare il consumo di carne, formaggi e alimenti ricchi di grassi. Il fumo di sigarette è una delle principali cause dell’alitosi.

L’alitosi persistente può anche essere causata dall’assunzione prolungata di alcuni farmaci, tra cui antistaminici e antidepressivi. In assenza di cause sistemiche, l’alitosi può essere trattata con una corretta igiene orale e con rimedi naturali efficaci che agiscano sia sul microbiota intestinale evitando disquilibri che possono facilitare l’alitosi, sia sulla capacità depurativa del fegato.

Di recente è disponibile un prodotto simbiotico contenente due specie di Lattobacilli vivi, il Rhamnosus ed il Paracasei, che riescono a superare facilmente l’ambiente gastrico e biliare e giungere in gran numero in ambiente intestinale, dove prolificano a danno delle specie patogene. Questo processo è favorito dalla presenza nella formulazione di un substrato nutritivo ideale per i lattobacilli e di diverse vitamine del gruppo B.

Questa formulazione garantisce una elevata efficacia del prodotto in tutti i casi di alterazione della flora della bocca e intestinale, conseguente all’uso di farmaci, allo stress o ad una scorretta alimentazione. A questo si può aggiungere un integratore depurativo e digestivo, che vanta proprietà epatoprotettive, coleretiche, cioè di stimolo alla produzione di bile, antiossidanti e digestive, grazie all’efficacia dei diversi e molto conosciuti principi attivi che contiene quali Boldo, Carciofo, Picrorhiza e Cardo mariano.

Va poi associato il rimedio omeopatico Nux vomica, considerato un rimedio costituzionale polivalente, capace di agire sia sul Sistema Nervoso Centrale che su quello Autonomo, nonché su numerosi organi essenziali, come ad esempio il fegato. Allevia la sensazione di pesantezza allo stomaco ed è indicata in caso di coliti e nausea mattutina.

Bibliografia: www.riza.it  – www.cure-naturali.it – www.nonsprecare.it         


      Farmacia 3.0 – Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*