Il mal di testa è il disturbo di gran lunga più comune e, secondo i dati statistici, il 90% della popolazione ne soffre, almeno una volta nella vita. Le forme più comuni di cefalea comprendono l’emicrania e la cefalea tensiva.

Nell’emicrania, in alcuni casi, la testa duole tutta; altre volte il dolore si localizza a destra o a sinistra. Provoca nausea, vomito, prostrazione del paziente: i malati rimangono in uno stato di grande torpore, hanno la testa pesante, sono angosciati. L’oscurità allevia il loro dolore, preferiscono stare al buio e non sentire rumori. A volte il paziente percepisce delle forme brillanti o colorate nel campo visivo, oppure macchie nere circondate da un bordo brillante. In generale la visione è sfocata e talora le immagini sono deformate.

Nella cefalea muscolo-tensiva invece si ha la sensazione di avere una fascia che stringe intorno alla testa (la tipica sensazione di “cerchio alla testa”). Gli attacchi possono durare dai pochi minuti a giornate intere e possono aumentare d’intensità e frequenza, evolvendo in una forma cronica. A differenza dell’emicrania, il dolore si avverte su entrambi i lati della testa e tende a irradiarsi verso il collo e le spalle.

Per entrambe le patologie si possono assumere farmaci antinfiammatori non steroidei o analgesici, che in genere sono sufficienti a calmare il disturbo efficacemente. D’altro canto soprattutto nell’emicrania, però, l’abuso di questi farmaci può essere controproducente, specie se sono utilizzati quando gli attacchi sono particolarmente frequenti (più di due o tre volte al mese) o persistono per più giorni. Il rischio, in questi casi, è la perdita di efficacia dei farmaci stessi.

Proprio in questi casi meglio utilizzare dei rimedi naturali e tra questi spetta alla mirra un posto di eccezione nella cura delle cefalee. I risultati di diversi studi clinici indicano che la mirra  ha attività analgesica contro alcuni dei sintomi di dolore più diffusi e angoscianti, in particolare mal di testa, dolori muscolari, dolori articolari, lombosciatalgia, febbre e crampi mestruali. Un confronto diretto con alcuni dei farmaci antinfiammatori più frequentemente utilizzati mostra che un particolare estratto di mirra ha effetti simili a questi farmaci.

Di recente è disponibile in farmacia un nuovo prodotto che associa mirra, vitamina b2 e pepe nero molto efficace e potente nel trattamento delle cefalee. Vi parlerò del pepe nero prossimamente.


Farmacia 3.0 – Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*