“’Cronaca di una morte annunciata’. Il richiamo al romanzo di Gabriel Garcia Marquez è quello che meglio può rappresentare la realtà del nostro territorio in relazione al tracciato dell’Alta Velocità”.

E’ lo sfogo del Sindaco di Caselle in Pittari, Giampiero Nuzzo, dopo l’audizione in Commissione Lavori pubblici del Senato di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. sulla nuova linea ad Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria e sulla linea Potenza-Battipaglia. Nel corso dell’audizione sono stati illustrati i posti in cui vi saranno le stazioni: Salerno, Battipaglia e il Vallo di Diano. Esclusa la linea cilentana Ogliastro-Sapri.

“Tutti sapevano fin dall’ inizio come sarebbe andata a finire e nessuno ha fatto nulla per evitarlo – aggiunge Nuzzo – Che il tracciato dell’Alta Velocità sarebbe passato per il Vallo di Diano per poi proseguire per la Calabria era cosa nota. Altro che deviazione per Sapri”.

Oltre all’Alta Velocità, Nuzzo ha sottolineato le criticità dell’ospedale di Sapri: “Prima o poi per la cronica carenza di personale (vedi Cardiologia) rischierà non più il ridimensionamento ma addirittura la chiusura. Anche in questo caso tutti sanno e tutti tacciono.  Auspico l’immediata convocazione di un tavolo di confronto tra i sindaci, i rappresentanti sindacali e le associazioni di categoria  per discutere del futuro e di quale prospettiva di sviluppo vogliamo per il nostro territorio avanzando proposte concrete e condivise”, ha affermato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*