Un bidello 50enne originario del Cilento è stato rinviato a giudizio con l’accusa di aver palpeggiato alcuni alunni della scuola media di Bellizzi. Come si legge sul quotidiano “La Città di Salerno“, il Gup del Tribunale di Salerno ha accolto la richiesta del pm Cosentino e ha fissato per il prossimo mese di febbraio la prima udienza davanti alla Terza Sezione Penale di Salerno.

L’imputato non lavora più nella scuola di Bellizzi. Pare che i palpeggiamenti si siano verificati nel bagno dei maschi dove il bidello entrava, si avvicinava agli alunni e velocemente li toccava.

6 le vittime delle attenzioni dell’uomo, mentre i genitori di due di loro si sono costituti parte civile. I fatti risalgono al 2018, quando arrivò la segnalazione dei docenti. Gli atteggiamenti del bidello infatti erano ormai noti a scuola e tra gli alunni si era sparsa la voce sul fatto che entrasse in bagno.

Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di raccogliere alcuni elementi di prova tra cui la testimonianza di coloro che erano informati su quanto accadeva nei bagni.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*