Ha avuto luogo questo pomeriggio a Sala Consilina, presso il Polo Culturale Cappuccini, un incontro con l’onorevole Piero De Luca per discutere dell’emendamento unico approvato in Commissione Bilancio alla Camera dei Deputati che prevede l’arrivo di 40 milioni di euro per i Comuni più colpiti dal Covid-19. I fondi saranno ripartiti dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dell’Economia tra i Comuni diventati Zona Rossa per almeno 15 giorni per contenere il contagio e quelli particolarmente colpiti per numero di contagi.

I saluti iniziali sono stati affidati al primo cittadino Francesco Cavallone che ha sottolineato le difficoltà che soprattutto le ex Zone Rosse del Vallo di Diano e del Tanagro hanno dovuto affrontare. Ha ricordato più volte la vicinanza della Regione Campania e le misure a sostegno adottate.

Questa emergenza ha segnato e segnerà soprattutto il futuro del nostro Paese. La sfida è riuscire a cogliere le opportunità – esordisce l’onorevole De Luca -. La politica è decisiva per salvare vite umane. Abbiamo avuto degli amministratori che hanno lottato e abbiamo dato senso dell’eccellenza del Mezzogiorno. E’ l’esempio lampante di cosa significa diventare Zona Rossa e quanto questo ha aiutato ad evitare una catastrofe. Qui ci sono state scelte vincenti e tutto sommato positive. Il Governo a livello nazionale ha fatto la propria parte nonostante le difficoltà. Si è parlato del ‘modello Italia’ che gli altri hanno seguito. La sanità campana ha retto in modo straordinario”.

Durante l’incontro l’onorevole ha anche ricordato il grande lavoro svolto da medici e infermieri. Per quanto riguarda la misura economica ha sottolineato che “nel Decreto Rilancio approvato il 19 maggio era stato previsto un fondo di emergenza destinato a sostenere i Comuni, imprese e famiglie delle Zone Rosse. Bisognava garantire un sostegno equo a tutte le regioni e ai Comuni che avevano dovuto interrompere le proprie attività. Il nostro sforzo era andato a buon fino alla notte dell’adozione del provvedimento in Consiglio dei Ministri, la mattina dopo abbiamo avuto una nuova Gazzetta nella quale è emerso che la destinazione era stata limitata alle Zone Rosse dichiarate dal Governo nazionale. Questo ha creato un forte dispiacere e ci siamo da subito attivati per riparare quella che per noi era un’ingiustizia. Il Partito Democratico e tutta la maggioranza hanno sostenuto il mio emendamento. Siamo riusciti a portare a casa una misura che per noi è di equità e giustizia sociale per tutti. Anche il Vallo di Diano avrà la possibilità di beneficiare di questo fondo. La provincia di Salerno e il Vallo di Diano sono stati pienamente rappresentati e tutelati a livello nazionale”.

De Luca ha accennato alle altre misure messe in campo a sostegno dei Comuni e di assistenza alle famiglie e ha affrontato anche la situazione dell’ex Tribunale di Sala Consilina. Presenti anche il consigliere regionale Franco Picarone, l’assessore regionale allo Sviluppo e Turismo Corrado Matera e gli amministratori locali. È intervenuto anche il sindaco di Atena Lucana Luigi Vertucci che ha consegnato un documento redatto dai Comuni di Atena Lucana e Sala Consilina e firmato da 17 paesi del territorio in cui si chiede una maggiore attenzione per quanto riguarda la fiscalità degli enti locali.

– Annamaria Lotierzo –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*