La Uil Fpl Polla-Vallo di Diano scrive al Direttore Generale dell’ASL Salerno e al Direttore Sanitario Luigi Mandia per richiedere l’attivazione di un laboratorio per test molecolari su tampone necessari per la diagnosi di laboratorio di casi di infezione da SARS-CoV-2 presso l’ospedale “Luigi Curto” di Polla.

Tale scelta – scrive il Direttivo della Uil Fpl – consentirebbe una più celere diagnosi di caso sospetto, confermato o di esclusione di patologia SARS-CoV-2, tenuto conto che le indicazioni prot. 81/cov raccomandano l’esecuzione di 2 tamponi ed in alcuni casi 3 per escludere patologia Covid-19. Inoltre come ben noto, la lungaggine di tempo tra esecuzione tampone, trasferimento presso laboratorio in provincia di Salerno, sviluppo e trasmissione dei risultati impegnano mezzi e tempo non più accettabili, visti i numeri attuali e futuri di accessi al PS nonché i nuovi e futuri casi operatori sempre più in aumento che questo Presidio Ospedaliero dovrà assolvere. Inoltre consentirebbe un fluido accesso dell’utenza alle necessarie cure che il caso prevede“.

La Uil Fpl Polla-Vallo di Diano ritiene “opportuna se non essenziale l’attivazione immediata del laboratorio per sviluppo tamponi presso il presidio di Polla, naturalmente fornendo supporto all’attuale Unità Operativa di mezzi ed eventualmente di personale. Vi sollecitiamo a prendere in seria considerazione la nostra proposta, ritenendo imprescindibile un vostro segnale forte e concreto sulle tematica“.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*