Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera allo slittamento delle elezioni amministrative.

Nel testo del decreto è attesa la definizione delle finestre entro le quali ciascuna Regione potrà indire le elezioni.

La finestra elettorale andrà dalla metà di settembre a dicembre. Per le Regioni chiamate al voto non sarà possibile farlo a luglio come prevedeva una delle ipotesi in questi giorni.

Sette le Regioni che avrebbero dovuto rinnovare Consiglio e Giunta a maggio: Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche, Puglia e Valle d’Aosta.

Sono invece oltre 1000 i Comuni interessati dal rinvio. Si profila l’ipotesi di un “election day”.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*