Il Sindaco di Montesano sulla Marcellana, Giuseppe Rinaldi, attraverso una diretta Facebook, ha fatto il punto della situazione in merito all’ormai nota emergenza Coronavirus.

Il primo cittadino ha innanzitutto espresso solidarietà al sindaco e al vicesindaco di Auletta, positivi al Covid-19, alle vittime del Covid-19 della comunità valdianese che vede tra l’altro un cittadino di Montesano.

“Dobbiamo vincere questa battaglia e tornare alla normalità anche nel ricordo di chi non ce l’ha fatta – le parole di Rinaldi – Montesano, dal punto di vista epidemiologico, vede due contagiati. Sono state messe in campo con il Dipartimento di Asl tutte le azioni di prevenzione. La situazione è sotto controllo ed è monitorata. Grande attenzione anche verso chi sta vivendo la quarantena. Seguo con attenzione anche la vicenda della casa di cura di Sala Consilina dove sono presenti cittadini di Montesano già sfortunati e messi ulteriormente alla prova”.

Da un punto di vista organizzativo, Rinaldi ha sottolineato che “la Protezione Civile sta facendo un lavoro straordinario supportando le fasce più deboli. Ci batteremo affinchè vengano messe in campo iniziative serie. Lo faremo per i tanti artigiani che oggi si trovano a casa, per i parrucchieri, per i ristoratori, le filiere. Provvederemo a coinvolgere anche esperti del settore per le misure agevolative economiche e finanziarie”.

“La gran parte della comunità ha capito il problema ha poi sottolineato – vi prego di utilizzare sempre le mascherine. Ringrazio chi ha donato questi presìdi e a quanti, attraverso varie azioni, collaborano in maniera solidale. Ho chiesto di potenziare il Dipartimento di Prevenzione dell’Asl perchè è fondamentale la mappatura dei contagi con un nuovo personale e nuove strumentazioni”.

“Bisogna restare a casa, non è uno slogan – ha concluso – è una legge morale che oggi si deve mettere in azione. Così date il contributo più grande”.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*