Ha avuto luogo questa mattina, presso la Casa Comunale di Sala Consilina, la conferenza stampa per fare il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus anche in vista delle nuove disposizioni date dal Governo centrale ed invitare i cittadini a stare a casa il più possibile.

L’incontro, a cui hanno preso parte la maggioranza e la minoranza, è stato voluto dal primo cittadino Francesco Cavallone.




“Il senso e la necessità di dimostrarci uniti rispetto ad una problematica di carattere mondiale è quello di dare un messaggio univoco ai cittadini – dichiara il sindaco – Il problema è serio e grave ma si può ancora contenere. Ad oggi nel nostro territorio non è stato riscontrato nessun caso di positività al coronavirus. Questo non significa che non può capitare. Se dovesse capitare è raccomandato di seguire il percorso che è stato indicato da tempo. Il problema più grande di questa malattia è il contagio e noi dobbiamo evitarlo. Se ci dovessero essere dei casi gravi con necessità di utilizzo della Terapia Intensiva, noi rischiamo il collasso. Questo è un invito alla prudenza e alla calma. C’è una limitazione alle attività di bar e ristorazione dalle 6 alle 18. Dopo le 18 devono chiudere”.

Una raccomandazione è stata rivolta soprattutto ai giovani e Cavallone ha spiegato che “non è un problema che riguarda solo gli anziani. Bisogna evitare i contatti e tutti i ragazzi che sono tornati dalle zone rosse. Abbiamo il dovere morale, civico e giuridico di rispettare le norme. Faremo i controlli e chi non rispetta le norme sarà sanzionato”.

Gli spostamenti all’interno e fuori dal territorio devono essere comprovati da un’autocertificazione per motivi di lavoro, salute o strettamente necessari.

Appello al buon senso e al dovere civico è stato fatto anche dal capogruppo di minoranza di “Evoluzione Sala” Alessandro Carrazza che ha sottolineato l’attenzione per gli anziani, ritenuti fascia più debole, e ha reso noto come la Protezione Civile aiuti per distribuire farmaci, prescrizioni mediche o per la fornitura di beni di prima necessità.

Per esigenze si può contattare il numero 0975/525224 o il coordinatore della Protezione Civile Alessandro Pone al numero 339/1137496.

Presenta anche il capogruppo di “Salesi” Domenico Cartolano che ha precisato comela politica è compatta e unità su questa problematica. Questo è un segno di grande responsabilità. La salute non ha colore politico. Il nostro dovere è quello di supportare in maniera unitaria i provvedimenti. Più le disposizioni sono condivise più sono efficaci. Girerà un’auto per spiegare cosa fare e come comportarsi e si sta valutando una disinfestazione dell’intero paese. E’ sul piatto anche il danno economico perché il virus abbraccia tutte le classi sociali. Stringiamoci tutti in maniera unita perché siamo un popolo straordinario e un Paese che è uscito sempre dalle macerie. Ricostruire dopo sarà dura ma noi ce la possiamo e dobbiamo fare”.

È stato reso noto l’incontro di domani alle 11 con le Forze dell’Ordine per elaborare una strategia comune di controllo.

– Annamaria Lotierzo

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*