Peppino Cirigliano Adra Fare ImpresaTrent’anni di meritato successo per l’Adra di Atena Lucana, raggiunti nel corso del 2018 e festeggiati nel migliore dei modi, con un ricevimento di ringraziamento per tutti i clienti e dipendenti aziendali.

Un traguardo importante, che conferma la presenza dell’Adra sul territorio locale e nazionale. Un traguardo raggiunto grazie all’ambizione e al duro lavoro dei soci Ciro Cancro e Peppino Cirigliano, che racconta a Ondanews il percorso trentennale nell’ambito della rubrica “Fare Impresa. Professionisti si raccontano“, dedicata agli imprenditori e ai professionisti che svolgono la loro attività nel Vallo di Diano.

Tutto è nato da un sogno di due ragazzi che dopo il termine degli studi volevano creare qualcosa di importante – confida Peppino Cirigliano ai microfoni di Ondanews – e abbiamo iniziato a pensare su quale settore volevamo puntare. Grazie all’esperienza del mio socio e amico fraterno Ciro Cancro nel settore dei prodotti surgelati, abbiamo cominciato a lavorare in questo ambito“.

Nei primi anni di attività, l’azienda era situata in una struttura poi demolita per la costruzione del tratto autostradale tra Atena Lucana e Polla. Successivamente, grazie all’incremento del lavoro e all’ottenimento di risultati positivi, i soci Ciro Cancro e Peppino Cirigliano hanno trasferito l’attività nell’odierna sede in Contrada Fuorchi di Atena Lucana.

Il percorso professionale, però, non è stato privo di ostacoli. Nel 2012, infatti “un incendio ha interessato la nostra azienda causando danni ingenti alla produzione e alla struttura – racconta Peppino Cirigliano – ma ci siamo rialzati grazie ai sacrifici svolti e anche per merito degli abitanti di questo territorio, che ci hanno dimostrato tanta solidarietà in un momento difficile“.

Oggi l’Adra può vantare la presenza di circa 80 dipendenti, sponsor e partner di rilievo nazionale come Orogel e una professionalità che la contraddistingue come riferimento fondamentale per coloro che svolgono attività imprenditoriale nel mondo del food.

– Maria De Paola –


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*