Foto: Telecolore

Era nata viva la piccola che mercoledì sera è stata trovata senza vita in un’aiuola a Roccapiemonte. Ha perso la vita dopo essere stata lanciata dal balcone di casa, così come emerso dall’autopsia eseguita ieri sul corpicino della piccola. Il decesso sarebbe stato provocato da un trauma cranico.

Il padre, un 47enne, si trova in carcere a Salerno, mentre la madre, 42enne, è piantonata all’ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore. La donna, dopo il parto, sarebbe stata aiutata nel taglio del cordone ombelicale ed è stata trovata dagli inquirenti sul letto priva di forze. I Carabinieri, insieme alla donna, hanno trovato in casa anche il marito e un altro figlio della coppia. I coniugi, così, sono stati fermati quali indiziati di omicidio.

Questa mattina entrambi saranno sottoposti all’udienza di convalida del provvedimento. L’uomo avrebbe dichiarato di non sapere che la moglie fosse incinta e pare che neppure i vicini di casa fossero a conoscenza della gravidanza. La madre della piccola, invece, in preda ad uno stato di shock, ha ammesso di non ricordare nulla.

Si terranno oggi i funerali della piccola, che è stata chiamata Maria. La celebrazione sarà presieduta da Monsignor Giuseppe Giudice, Vescovo della Diocesi di Nocera-Sarno.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

4/9/2020 – Neonata trovata morta a Roccapiemonte. Le prime ipotesi degli inquirenti:”Lanciata dal secondo piano”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*