Mugugni e lamentele a bordo del treno regionale 3487 che da Buccino, ogni mattina alle 7:06 porta a Napoli.

Pendolari arrabbiati per la mancanza di posti a sedere, come accaduto nelle scorse mattine, con circa ottanta di persone che hanno dovuto affrontare il viaggio fino a Napoli in piedi.

“Spesso – hanno sottolineato alcuni pendolari a bordo del treno – è una corsa per salire prima e provare ad occupare i posti rimasti liberi, ma è davvero difficile trovarne. Non capita ogni mattina, ma comunque con frequenza”.

In effetti i più fortunati sono i pendolari che salgono sul treno a Buccino, stazione di partenza, e riescono a sedersi sulle poltrone blu. Il treno regionale 3487 parte dalla stazione ferroviaria di Buccino-San Gregorio Magno alle ore 7:06.

Prima di arrivare a Napoli, alle ore 8.40, ferma a Sicignano degli Alburni, Contursi Terme, Campagna-Serre-Persano, Eboli, Battipaglia e Salerno. Proprio in queste ultime tre fermate salgono a bordo i pendolari meno fortunati, che non riescono quasi mai a trovare posto.

Niente problemi di posti per il ritorno, ma il problema sono i cambi. Dal Frecciabianca 9873 delle ore 10.46 al regionale 2429 delle ore 12.25: diversi i cambi e arrivo in bus a Buccino dopo oltre due ore.

– Claudio Buono – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.