La Nursind Salerno, in rappresentanza di tutti i lavoratori della sanità pubblica in provincia di Salerno, vuole far presente del forte disagio lavorativo provato dai lavoratori dell’ASL Salerno e dell’AOU Ruggi d’Aragona a causa della mancata applicazione della previsione contrattuale che prevedeva l’istituzione e la graduazione degli incarichi di funzione, professionali e di coordinamento.

“L’inerzia posta in essere nelle due aziende salernitane, anche se con i dovuti distinguo – fanno sapere da Nursind Salerno – ha acuito ancor più la disaffezione dei lavoratori nei confronti del management aziendale che in tal modo ha disatteso completamente il dettato contrattuale venendo meno al principio dell’equilibrio del buon padre di famiglia costituzionalmente enunciato, provocando una perdita di chance per numerosi lavoratori che si sono visti comprimere, ingiustamente, le loro aspettative di carriera”.

Per questi motivi, Nursind Salerno proclama lo stato di agitazione di tutto il personale impegnato nell’ambito della sanità pubblica in provincia di Salerno e prega la Prefettura di esperire il tentativo obbligatorio di conciliazione, così come previsto dall’art.2 comma 2 legge 146/90.

Inoltre è stata richiesta con urgenza la convocazione dell’ASL Salerno e dell’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano